VISITA I MONTI LEPINI

VISITA I MONTI LEPINI

2000eoltreanni
biodiversita
comuni2
sagreetradizioni

Oggi SUI LEPINI

Mag
23
lun
2022
Carpineto Romano: 1 Edizione del Concorso Balconi Fioriti @ Carpineto Romano
Mag 23 giorno intero
Il Maggio Sermonetano 2022 @ Sermoneta
Mag 23 giorno intero

XXVII Edizione
“Spettacoli in Strada”

il programma ufficiale: https://www.maggiosermonetano.it/

maggio-sermonetano-2022

programma1-maggio-sermonetano-2022
programma-maggio-sermonetano-2022
Mag
23
lun
2022
Carpineto Romano: 1 Edizione del Concorso Balconi Fioriti @ Carpineto Romano
Mag 23 giorno intero
Il Maggio Sermonetano 2022 @ Sermoneta
Mag 23 giorno intero

XXVII Edizione
“Spettacoli in Strada”

il programma ufficiale: https://www.maggiosermonetano.it/

maggio-sermonetano-2022

programma1-maggio-sermonetano-2022
programma-maggio-sermonetano-2022
Priverno: Premio Camilla – Città di Priverno 2022 @ Città di Priverno
Mag 23 giorno intero

premio-camilla

Premio Camilla – Città di Priverno 2022

Sono aperte le candidature da presentare per la selezione delle destinatarie del “PREMIO CAMILLA – CITTÀ DI PRIVERNO – 2022” – EDIZIONE ORDINARIA.

Le candidature possono essere presentate direttamente dalle candidate interessate a partecipare alla selezione o da altre persone. Le candidature vanno presentate compilando il MODULO DI CANDIDATURA presente sul sito www.comune.priverno.latina.it che va consegnato secondo le indicazioni in esso riportate, entro e non oltre il 31 AGOSTO 2022.Tutte le indicazioni relative al Premio sono riportate nell’apposito Regolamento allegato.

Di cosa si tratta:

Il Comune di Priverno con Delibera di Giunta Comunale n. 35 del 18.2.2019 ha istituito il Premio Camilla – Città di Priverno

Edizione Ordinaria – per la valorizzazione e il riconoscimento di esperienze meritevoli realizzate esclusivamente da donne, nei settori dell’arte, della cultura, dello sport, della formazione, delle imprese, delle professioni, del volontariato, dell’associazionismo, della letteratura, del giornalismo, della politica e delle istituzioni.

Il Premio Camilla- Città di Priverno è un riconoscimento simbolico che si caratterizza per l’intento di valorizzare la figura femminile in tutte le sue forme pubbliche per affermare l’importanza della sua presenza e del suo operato nella società, nei diversi ambiti dell’arte, della cultura, dello sport, della formazione, delle imprese, delle professioni, del volontariato, dell’associazionismo, della letteratura, del giornalismo, della politica e delle istituzioni. Attraverso di esso si vuole raccogliere un prezioso patrimonio etico, culturale e sociale da utilizzare quale esempio positivo per la formazione delle coscienze delle giovani generazioni, in particolare delle bambine e delle ragazze.
Il riconoscimento del merito e la valorizzazione della figura femminile sono posti alla base di una cultura che vuole promuovere e diffondere, soprattutto tra i più giovani, l’educazione al senso dell’impegno e l’educazione alle differenze di genere al fine di contribuire all’affermazione della donna in ogni campo, secondo i suoi desideri, le sue inclinazioni e le sue capacità, accanto all’uomo, nel riconoscimento e nel rispetto reciproci.
Il Premio, coinvolge per la sua realizzazione tante collaborazioni e iniziative, divenendo una buona occasione di presentare e far conoscere Priverno e il territorio nella Regione, e ben oltre di essa, al fine di attrarre presenze, avvicinandole e trattenendole intorno alla storia e alle bellezze della città. In questo senso costituisce un’ulteriore leva di promozione e sviluppo turistico per la Città e il territorio.
Il Premio Camilla – Città di Priverno, in sintesi, vuole essere un riconoscimento al valore femminile, e non solo, espresso nei diversi campi della vita, del lavoro e dell’arte, ma anche il tema attraverso il quale la città possa riconoscersi, farsi conoscere e riconoscere.

Tempi e Sezioni per l’Attribuzione del Premio – Edizione Ordinaria:

Il Premio Camilla Città di Priverno – Edizione Ordinaria viene assegnato ogni anno, nel periodo autunnale a n. 6 (sei) donne che si siano distinte nei seguenti ambiti:
– Dell’arte e della cultura, relativamente a tutte le espressioni artistiche e culturali comunemente intese, tra le quali la musica, il canto, la danza, il teatro, il cinema, la pittura, la scultura, la letteratura, la poesia, ecc, sia nella loro dimensione interpretativa, sia in quella ideativa, realizzativa, formativa, divulgativa;
– Del volontariato e dello sport, relativamente ai diversi settori del volontariato che dello sport, sia che abbiano direttamente partecipato ad azioni di volontariato o sportive, sia che ne abbiano ideato, promosso e sostenuto i processi ad esse sottesi;
– Della comunicazione e del giornalismo, relativamente ai diversi media e alle diverse forme tradizionali o digitali;
– Dell’istruzione e della formazione, relativamente ai diversi compiti esprimibili in questi ambiti se destinati ad altri soggetti (alunni, associazioni, categorie professionali, ecc);
– Delle imprese e delle professioni, relativamente ai diversi ambiti imprenditoriali e lavorativi nei quali il proprio operato ha determinato evidenti vantaggi per la comunità;
– Della politica e delle istituzioni, relativamente ai diversi ambiti istituzionali e politici.

Beneficiari – Edizione Ordinaria:

Il Premio Camilla – Città di Priverno, nella sua Edizione Ordinaria è destinato esclusivamente a donne che abbiano compiuto almeno 16 anni, senza altri limiti di età, nate o residenti, al momento dell’attribuzione del Premio, almeno da un anno, nella Regione Lazio, che si siano distinte per merito in una delle Sezioni tra quelle suddette e che presentino la propria candidatura così come da modulo presente sul sito www.comune.priverno.latina.it.

Descrizione del Premio – Edizione Ordinaria:

Il Premio, di natura simbolica, consiste in un ciondolo/monile scultoreo in argento, dalla forma irregolare con un’altezza di circa 6 cm, raffigurante la mitica amazzone “Camilla che tende il suo arco” disegnato dal Liceo Artistico “Antonio Baboto” dell’ISISS “Teodosio Rossi di Priverno, in collaborazione con la scultrice Giovanna Campoli.

Lo stesso è in esposizione presso il Museo Archeologico di Priverno.

Edizioni 2019 / 2020-21

Info e foto delle precedenti edizioni su FB. Il Borgo Parlante Premio Camilla Città di Priverno al link: Facebook

Mag
24
mar
2022
Carpineto Romano: 1 Edizione del Concorso Balconi Fioriti @ Carpineto Romano
Mag 24 giorno intero
Il Maggio Sermonetano 2022 @ Sermoneta
Mag 24 giorno intero

XXVII Edizione
“Spettacoli in Strada”

il programma ufficiale: https://www.maggiosermonetano.it/

maggio-sermonetano-2022

programma1-maggio-sermonetano-2022
programma-maggio-sermonetano-2022
Priverno: Premio Camilla – Città di Priverno 2022 @ Città di Priverno
Mag 24 giorno intero

premio-camilla

Premio Camilla – Città di Priverno 2022

Sono aperte le candidature da presentare per la selezione delle destinatarie del “PREMIO CAMILLA – CITTÀ DI PRIVERNO – 2022” – EDIZIONE ORDINARIA.

Le candidature possono essere presentate direttamente dalle candidate interessate a partecipare alla selezione o da altre persone. Le candidature vanno presentate compilando il MODULO DI CANDIDATURA presente sul sito www.comune.priverno.latina.it che va consegnato secondo le indicazioni in esso riportate, entro e non oltre il 31 AGOSTO 2022.Tutte le indicazioni relative al Premio sono riportate nell’apposito Regolamento allegato.

Di cosa si tratta:

Il Comune di Priverno con Delibera di Giunta Comunale n. 35 del 18.2.2019 ha istituito il Premio Camilla – Città di Priverno

Edizione Ordinaria – per la valorizzazione e il riconoscimento di esperienze meritevoli realizzate esclusivamente da donne, nei settori dell’arte, della cultura, dello sport, della formazione, delle imprese, delle professioni, del volontariato, dell’associazionismo, della letteratura, del giornalismo, della politica e delle istituzioni.

Il Premio Camilla- Città di Priverno è un riconoscimento simbolico che si caratterizza per l’intento di valorizzare la figura femminile in tutte le sue forme pubbliche per affermare l’importanza della sua presenza e del suo operato nella società, nei diversi ambiti dell’arte, della cultura, dello sport, della formazione, delle imprese, delle professioni, del volontariato, dell’associazionismo, della letteratura, del giornalismo, della politica e delle istituzioni. Attraverso di esso si vuole raccogliere un prezioso patrimonio etico, culturale e sociale da utilizzare quale esempio positivo per la formazione delle coscienze delle giovani generazioni, in particolare delle bambine e delle ragazze.
Il riconoscimento del merito e la valorizzazione della figura femminile sono posti alla base di una cultura che vuole promuovere e diffondere, soprattutto tra i più giovani, l’educazione al senso dell’impegno e l’educazione alle differenze di genere al fine di contribuire all’affermazione della donna in ogni campo, secondo i suoi desideri, le sue inclinazioni e le sue capacità, accanto all’uomo, nel riconoscimento e nel rispetto reciproci.
Il Premio, coinvolge per la sua realizzazione tante collaborazioni e iniziative, divenendo una buona occasione di presentare e far conoscere Priverno e il territorio nella Regione, e ben oltre di essa, al fine di attrarre presenze, avvicinandole e trattenendole intorno alla storia e alle bellezze della città. In questo senso costituisce un’ulteriore leva di promozione e sviluppo turistico per la Città e il territorio.
Il Premio Camilla – Città di Priverno, in sintesi, vuole essere un riconoscimento al valore femminile, e non solo, espresso nei diversi campi della vita, del lavoro e dell’arte, ma anche il tema attraverso il quale la città possa riconoscersi, farsi conoscere e riconoscere.

Tempi e Sezioni per l’Attribuzione del Premio – Edizione Ordinaria:

Il Premio Camilla Città di Priverno – Edizione Ordinaria viene assegnato ogni anno, nel periodo autunnale a n. 6 (sei) donne che si siano distinte nei seguenti ambiti:
– Dell’arte e della cultura, relativamente a tutte le espressioni artistiche e culturali comunemente intese, tra le quali la musica, il canto, la danza, il teatro, il cinema, la pittura, la scultura, la letteratura, la poesia, ecc, sia nella loro dimensione interpretativa, sia in quella ideativa, realizzativa, formativa, divulgativa;
– Del volontariato e dello sport, relativamente ai diversi settori del volontariato che dello sport, sia che abbiano direttamente partecipato ad azioni di volontariato o sportive, sia che ne abbiano ideato, promosso e sostenuto i processi ad esse sottesi;
– Della comunicazione e del giornalismo, relativamente ai diversi media e alle diverse forme tradizionali o digitali;
– Dell’istruzione e della formazione, relativamente ai diversi compiti esprimibili in questi ambiti se destinati ad altri soggetti (alunni, associazioni, categorie professionali, ecc);
– Delle imprese e delle professioni, relativamente ai diversi ambiti imprenditoriali e lavorativi nei quali il proprio operato ha determinato evidenti vantaggi per la comunità;
– Della politica e delle istituzioni, relativamente ai diversi ambiti istituzionali e politici.

Beneficiari – Edizione Ordinaria:

Il Premio Camilla – Città di Priverno, nella sua Edizione Ordinaria è destinato esclusivamente a donne che abbiano compiuto almeno 16 anni, senza altri limiti di età, nate o residenti, al momento dell’attribuzione del Premio, almeno da un anno, nella Regione Lazio, che si siano distinte per merito in una delle Sezioni tra quelle suddette e che presentino la propria candidatura così come da modulo presente sul sito www.comune.priverno.latina.it.

Descrizione del Premio – Edizione Ordinaria:

Il Premio, di natura simbolica, consiste in un ciondolo/monile scultoreo in argento, dalla forma irregolare con un’altezza di circa 6 cm, raffigurante la mitica amazzone “Camilla che tende il suo arco” disegnato dal Liceo Artistico “Antonio Baboto” dell’ISISS “Teodosio Rossi di Priverno, in collaborazione con la scultrice Giovanna Campoli.

Lo stesso è in esposizione presso il Museo Archeologico di Priverno.

Edizioni 2019 / 2020-21

Info e foto delle precedenti edizioni su FB. Il Borgo Parlante Premio Camilla Città di Priverno al link: Facebook

Pontecorvo, presso il Museo del Tabacco, approda la mostra “San Biagio in Italia. I luoghi, il culto, le feste” @ Museo della Cultura Agricola e Popolare del Tabacco
Mag 24@11:09

manifesto-pontecorvo-bis-mini

Il 14 maggio, a Pontecorvo (Frosinone), presso il Museo della Cultura Agricola e Popolare del Tabacco, sarà inaugurata la mostra San Biagio in Italia. i luoghi, il culto, le feste. La mostra, frutto di una ricerca dell’Etnolaboratorio per il Patrimonio Culturale Immateriale, durata alcuni anni (e ancora in corso), è costituita da una serie di pannelli espositivi che illustrano i molteplici temi legati al culto di San Biagio: i dipinti, i simulacri, le reliquie, i riti e gli oggetti cultuali, le processioni, gli elementi, il cibo rituale. Tre pannelli sono dedicati a specifiche feste che presentano caratteri molto particolari: Maratea (primo luogo di culto in Italia), Fiuggi (con la spettacolare festa delle Stuzze), Venaus (in cui gli spadonari, che indossano costumi dalla foggia carnevalesca, si esibiscono in una suggestiva danza figurata). Completa la mostra una mappa della diffusione dei culti di San Biagio in Italia e un apparato testuale in cui si descrivono tutti gli elementi presenti nell’allestimento. L’idea della mostra su San Biagio che approderà a Pontecorvo parte da lontano, specificatamente dalla Croazia. Difatti, in occasione del 1700esimo anniversario del martirio del Santo Patrono di Dubrovnik, il Consiglio della Città croata ha ufficialmente dichiarato il 2016 “Anno di San Biagio” e organizzato diversi eventi riguardanti il patrimonio immateriale in vista della sua candidatura a Capitale della cultura europea nel 2020. L’Etnografski Muzej (Museo Etnografico) di Dubrovnik ha ideato la realizzazione di una mostra sul culto di San Biagio in Italia, affidando all’Etnolaboratorio il progetto e la cura dell’esposizione (con visite dal 6 maggio al 7 luglio 2016). Rientrata da Dubrovnik in Italia la mostra ha iniziato il suo tour per i luoghi di venerazione del Santo. La mostra, patrocinata anche dal Ministero della Cultura, da cinque anni circola sul territorio italiano; allestimenti sono stati realizzati in vari paesi, in diverse regioni: Corsano (Lecce), Marano Equo (Roma), Montegrosso Pian Latte (Imperia), Caramagna Piemonte (Cuneo), Salemi (Trapani) e Ferentillo (Terni). L’allestimento presso il Museo del Tabacco, che sarà visitabile fino al 18 Giugno, è una delle iniziative inserite all’interno delle attività per un progetto della Rete dei Musei Demetnoantropologici del Lazio (Demos) denominato “Musei locali nella pandemia: costrizioni, sofferenze, rinascite”, che ha come tema il Covid, vero e proprio “fatto sociale totale”, che ha profondamente segnato la vita delle comunità locali. Il confinamento dovuto al lockdown ha provocato restrizioni e sofferenze di natura sociale, economica, psicologica, cambiando abitudini e modalità di relazione. Com’è noto San Biagio è il santo protettore dalle malattie respiratorie e della gola (sintomi che contrassegnano ancora oggi il virus) e, in questi termini, la mostra si presenta come l’occasione di indagare e riflettere su come i riti terapeutici e di guarigione e i culti di santi guaritori trovino spazio nella narrazione della pandemia.

Mag
25
mer
2022
Carpineto Romano: 1 Edizione del Concorso Balconi Fioriti @ Carpineto Romano
Mag 25 giorno intero
Il Maggio Sermonetano 2022 @ Sermoneta
Mag 25 giorno intero

XXVII Edizione
“Spettacoli in Strada”

il programma ufficiale: https://www.maggiosermonetano.it/

maggio-sermonetano-2022

programma1-maggio-sermonetano-2022
programma-maggio-sermonetano-2022
Priverno: Palio del Tributo 2022 @ Priverno
Mag 25 giorno intero

priverno-palio-del-tributo-2022

PROGRAMMA

XXVI Palio del Tributo

SABATO 2 LUGLIO 2022 ORE 20,30
Corteo Storico con Fiaccolata, presentazione Cavalieri, esibizione sbandieratori junior le Aquile della Camilla, Sbandieratori Carpineto Romano, gruppo di Danza Carola Privernensis
DOMENICA 3 LUGLIO 2022
PIAZZA DEL COMUNE CORTEO STORICO E CORSA ALL’ANELLO DEI CAVALIERI DELLE QUATTRO PORTE

FESTE DELLE PORTE 2022

Sabato 4 Giugno
Porta Campanina dalle ore 18.30 a seguire
Sabato 11 Giugno
Porta Romana dalle ore 18.30 a seguire Sabato 18 Giugno Porta Posterula dalle ore 18.30 a seguire
Sabato 25 Giugno
Porta Paolina dalle ore 18.30 a seguire in tutte le feste degustazioni di piatti tipici locali, musica dal vivo, produzioni artigianali ed artistiche

Dal 25 Maggio al 5 Giugno
mostra Fotografica di Carlo Picone e Fabio Di Legge presso i Portici Comunali in contemporanea Mostra dei lavori riguardanti il Progetto Costumi e Sapori del Rinascimento, realizzati dalle scuole Primarie e secondarie del Territorio.

25 Maggio ore 17.00 – Sala Cerimonie del Comune
presentazione del Drappo del Palio realizzato dall’Artista locale Pino Zanda a cura del Direttore Artistico Tiziana Pietrobono

Dal 27 Giugno al 7 Luglio – presso i Portici Comunali
Personale del pittore Pino Zanda

21 Luglio estrazione lotteria del Palio

Uno dei più importanti appuntamenti con la storia e la tradizione torna ad accogliere il grande pubblico, senza restrizioni, nella sua XXVI edizione, e a coinvolgerlo nel ricco programma di festeggiamenti in suo onore, curato dall’Associazione culturale Palio del Tributo Priverno, guidata dalla Presidente Valentina de Angelis, con il patrocinio del Comune di Priverno.
Il Palio del Tributo rappresenta non solo una corsa ma un motivo di competizione e di orgoglio per la città di Priverno che, per circa una quarantina di giorni, la vede avvolta in una scenografica rievocazione storica, fatta di Cavalieri, Armigeri, Centurioni, Ufficiali e Nobildonne delle casate privernate che riportano nel nostro paese gli echi rinascimentali, fra stendardi e bandiere che sventolano l’orgoglio di un’appartenenza.
La città e la sua gente anticipano il Palio con le emozioni, tra appuntamenti con l’arte, musei aperti, sfilate di figuranti in costume per le vie del paese, feste delle contrade, musica dal vivo, degustazioni di piatti tipici, produzioni artigianali ed artistiche, messe e benedizioni, turisti e pellegrini partecipi.
Il Palio è una rievocazione storica ambientata negli ultimi decenni del XVI secolo che si svolge in tre momenti: il corteo storico per le vie della città, la consegna del tributo nella gradinata della piazza del comune e la corsa all’anello con cavallo sellato e lancia militare senza ferro.
Alla realizzazione della rievocazione storica, partecipano le quattro “porte” rioni di Priverno: Campanina, Posterula, Romana e Paolina le quali nella corsa all’anello si contendono, con due cavalli ciascuna, l’antico palio.
Il calendario prevede per il 4 giugno la Festa di Porta Campanina, l’11 giugno la Festa di Porta Romana, il 18 giugno la Festa di Porta Posterula e il 25 giugno la festa di Porta Paolina.
Seguiranno, sabato 2 luglio, la Fiaccolata del Corteo Storico per le vie principali della città, la presentazione e il sorteggio dei Cavalieri per la partenza della corsa, l’esibizione degli sbandieratori Iunior le Aquile della Camilla, gli sbandieratori di Carpineto Romano, e il gruppo di Danza Carola Privernensis.
Domenica 3 luglio in Piazza del Comune, il Corteo Storico, la Consegna del Tributo e la fatidica Corsa all’Anello.
Il Primo appuntamento da segnare in calendario pronto ad inaugurare i festeggiamenti tanto attesi è previsto sabato 28 maggio, presso i Portici Comunali Paolo Di Pietro con la presentazione della “Mostra Fotografica sul Palio” degli artisti Carlo Picone e Fabio Di Legge e contemporaneamente la “Mostra sui Costumi e Sapori del Rinascimento” con l’esposizione dei lavori realizzati dagli studenti delle scuole primarie e secondarie del territorio, entrambe visitabili dal 25 maggio al 5 giugno.
Contemporaneamente il 28 maggio alle ore 17,30, presso la Sala delle Cerimonie del Palazzo Comunale, verrà presentato il Drappo 2022, dipinto quest’anno dall’artista privernate Pino Zanda, il quale esporrà la sua Personale presso i Portici Comunali dal 27 giugno al 7 luglio, a cura del direttore artistico Tiziana Pietrobono.
Che vinca il migliore, chiunque esso sia sarà uno di noi, un cittadino di Priverno, una figura forte e gioiosa come lo sono i nostri giovani cavalieri!