VISITA I MONTI LEPINI

VISITA I MONTI LEPINI

2000eoltreanni
biodiversita
comuni2
sagreetradizioni

Oggi SUI LEPINI

Apr
25
gio
2024
Artena: 9° Concorso “Balconi e vicoli fioriti” @ Artena
Apr 25 giorno intero

ASS. CULT. “ARTENA IN FIORE – CENTRO STORICO”

9° CONCORSO “BALCONI E VICOLI FIORITI” – 2024

Viviamo l’allegria dei fiori

L’Associazione Culturale “Artena in Fiore – Centro Storico”, promuove il 9° Concorso “Balconi e Vicoli Fioriti”.

Tale concorso nasce dalla consapevolezza di poter abbellire i nostri vicoli e i propri balconi con decorazioni floreali al fine di incentivare e valorizzare gli aspetti estetici, ambientali e decoro del Borgo. 

Nei mesi da Aprile a Giugno 2024 nel Centro Storico di Artena potrete ammirare “Balconi e Vicoli Fioriti”. Concorso che promuove la cultura del verde come elemento di decoro.

Le iscrizioni sono aperte nel giorni 6, 1- e 20 aprile dalle ore 10.00, in Piazza della Vittoria o in Via S. Maria (for de porta).

balconi-vicoli-fioriti-2024

Per il modulo iscrizione Balconi Fioriti scarica il PDF

Scarica logo in pdf
LE PASSEGGIATE POETICHE DAI MONTI LEPINI AI MONTI AUSONI 2024
Apr 25 giorno intero

LE PASSEGGIATE POETICHE DAI MONTI LEPINI AI MONTI AUSONI 

locandina-generale

Un Cammino di cinque giorni per scoprire l’enorme biodiversità custodita tra i Monti Lepini e i Monti Ausoni, divisi dal mare dalle campagne dell’Agro Pontino, che si intrecciano gli uni con gli altri costituendo quella fascia montuosa preappenninica dove per secoli si sono intrecciati i destini di viandanti, popoli, pastori e pellegrini in viaggio tra antichi tratturi e la Via Francigena del Sud.

Un’ occasione unica di conoscere una storia ricca di fascino, che tra queste montagne ha resistito nel tempo tenendo viva la memoria di tradizioni, usanze e costumi che nel litorale laziale spesso sono andate perse e dimenticate a causa di uno sviluppo turistico improvviso e disordinato.

I Lepini e gli Ausoni custodiscono l’identità di queste terre, ed è grazie a queste montagne che oggi molte comunità locali, montane e costiere, possono riconoscersi in un’identità comune, la cui consapevolezza apre nuovi scenari futuri condivisi.

Attraverseremo paesaggi meravigliosi, campagne selvagge, borghi antichi dal fascino straordinario come Maenza, Prossedi, Priverno, Roccasecca dei Volsci, Sonnino e Monte San Biagio.

Incontreremo giovani contadini rivoluzionari, scrittori appassionati legati a queste terre, musicisti, artigiani e artisti in un susseguirsi lento di tappe, visite e simposi nei vigneti. Sarete voi a scegliere se farvi una tappa, due o tutto il Cammino.

Uno dei modi più stimolanti per conoscere e tutelare un territorio è attraversarlo lentamente ascoltando le storie che ha da raccontare, passo dopo passo….

L’iniziativa è realizzata dall’APS Exotique con il patrocinio di: Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi, Provincia di Latina, Comuni di Maenza, Prossedi, Priverno, Roccasecca dei Volsci, Sonnino, Monte San Biagio.

Mercoledì 24 Aprile 2024

ore 15:00 | Passeggiata Poetica da Maenza a Prossedi sul Cammino della Regina Camilla
Incontro con lo scrittore Jeph Anelli alla loggia dei Mercanti di Maenza e presentazione del libro Angelus Pacis

Le Passeggiate Poetiche partono da un borgo a noi molto caro come Maenza, che ha mantenuto inalterato il fascino d’altri tempi, su cui svetta l’imponente Castello Baronale.

Il nostro viaggio alla scoperta dei Monti Lepini inizierà da uno degli scorci più belli e panoramici, la Loggia dei Mercanti, dove incontreremo Jeph Anelli, sociologo, scrittore, instancabile operatore culturale è stato in passato Sindaco di Maenza e Direttore del Museo Archeologico e dell’Archivio Storico del comune di Sezze. Sarà proprio lui ad accoglierci illustrandoci il suo libro Angelus Pacis, la storia di Angelo della Pace, cantante e chitarrista di strada, strampalato rapsodo errante con le sue utopie pragmatiche ecopacifiste, nel suo tentativo di promuovere il Movimento Utopico Ecopacifista in occasione della Settimana Internazionale del Disarmo istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 30 giugno 1978. Una riflessione quanto mai attuale ed urgente in questo periodo storico, alla vigilia della Festa della Liberazione dal nazifascismo.

Dalla Loggia dei Mercanti lasceremo il paese percorrendo il Cammino della Regina Camilla fino a Prossedi, ossia una delle tappe del Cammino inaugurato ufficialmente nel 2023, che attraversa i 13 borghi della Valle del fiume Amaseno in un percorso totale di 185 km tra le province di Latina e Frosinone. Un progetto a cui siamo particolarmente legati, dedicato alla leggendaria Regina Camilla, che accomuna tutti i borghi della Valle, e che intende favorire processi di un inclusione sociale tra le Comunità e rafforzare la loro consapevolezza identitaria e il legame con il territorio.

All’arrivo a Prossedi ci attende la visita e la degustazione presso Le Cantine dell’azienda vinicola Palazzo Prossedi di e per chi si trattiene cena e alloggio presso la caratteristica Locanda Persei nel cuore del centro storico, mentre per chi rientra a Maenza è predisposto un servizio navetta dedicato.

Lunghezza: 10 km
Difficoltà: media
Dislivello positivo: 150 mt
Arrivo previsto a Prossedi: ore 19:00
Cena e alloggio presso la locanda Persei di Prossedi
Navetta dedicata per chi ritorna a Maenza alla fine delle attività

locandina-24-aprile

Giovedì 25 Aprile 2024

ore 10:00 | Passeggiata Poetica da Prossedi a Priverno con il concerto tra i vigneti “da Rachmaninov a Dave Brubeck” con Massimo Gentile al pianoforte Andrea Bonioli alla batteria

La seconda tappa delle Passeggiate Poetiche dai Monti Lepini ai Monti Ausoni, parte al mattino dopo una visita al centro storico di Prossedi e ai suoi palazzi storici, per poi proseguire attraverso paesaggi di rara bellezza verso l’area archeologica dell’antica Privernum. A poche centinaia di metri da questo sito di grande rilevanza storico-archeologica, troveremo ad accoglierci nei vigneti della Valle dell’Amaseno i fondatori di Progetto Sete, Emiliano, Martina e Arcangelo, giovani agricoltori rivoluzionari che dal 2013 recuperano vigne abbandonate coltivando uva in armonia con la natura, e raccontando i cambiamenti e i fermenti dei luoghi dove sono nati, cresciuti e tornati, ma dove ancor più hanno deciso di restare!

In questo contesto bucolico i partecipanti e i camminanti potranno gustare la merenda contadina di una volta e assaporare i vini naturali di progetto sete, per poi celebrare con un tributo in musica la Festa della Liberazione, di fronte ad un pianoforte a coda ed una batteria tra i filari di vite.

Un concerto ad opera di Massimo Gentile al pianoforte e Andrea Bonioli alla batteria che interpreta in modo assolutamente originale i brani di due autori particolarmente significativi nella storia della musica, evidenziandone il legame con un’ arrangiamento ritmico armonico che ne traccia al tempo stesso un continuum temporale nella prima parte del ‘900. L’esposizione alle assonanze tra Rachmaninov, considerato uno dei maggiori compositori e pianisti russi di sempre, e Dave Brubeck compositore statunitense considerato uno dei migliori pianisti della musica jazz, condurrà i partecipanti in un’esperienza sonora unica e visionaria.

Saranno queste le note che ci condurranno verso il calar del sole tra i vigneti e per chi proseguirà il cammino il giorno dopo, lo attenderà una bella cena ed un confortevole alloggio presso l’Agriturismo Regina Camilla nella stessa zona, mentre per chi dovrà tornare a Prossedi sarà disponibile un servizio navetta dedicato.

Lunghezza: 10 km
Difficoltà: media
Dislivello: percorso in discesa e pianura
Arrivo previsto a Priverno nei Vigneti di Sete: ore 16:00
Concerto: ore 17:30
Cena e alloggio presso l’Agriturismo Regina Camilla
Navetta dedicata per chi ritorna a Prossedi al termine del concerto

locandina-25-aprile

Venerdì 26 Aprile 2024

ore 10:00 | Passeggiata Poetica da Priverno a Roccasecca dei Volsci accompagnati dalla cantastorie Rita Tumminia voce e organetto

Il terzo giorno di cammino con Le Passeggiate Poetiche dai Monti Lepini ai Monti Ausoni partirà dalla visita guidata del centro storico di Priverno, una continua scoperta passo dopo passo, tra vicoli, scorci, piazze, palazzi storici di grande valore, la Cattedrale Santa Maria Assunta consacrata nel 1183, ed un piccolo gioiello come il Museo Archeologico, che inaugurato nel maggio 1996 nell’ottocentesco palazzo del Vescovado, ripercorre nelle sue 12 sale le tappe della storia antica di Privernum nell’età protostorica, fino alla nascita e alla vita della colonia romana. Seguirà la visita all’Auditorium di S. Chiara per la mostra “Per la storia della città. Lettere dal fronte. Priverno negli anni del secondo conflitto mondiale”, allestita nei giorni delle celebrazioni per la Festa della Liberazione.

Il cammino proseguirà lasciando il centro storico di Priverno per scendere lungo la via Francigena del Sud e poi risalire lungo un antico tratturo di montagna verso lo sperone del Monte Curio dove nasce Roccasecca dei Volsci, accompagnati dalla cantastorie Rita Tumminia in un percorso dedicato alla musica popolare come presidio culturale e identitario.

Arrivati al centro storico del borgo antico che domina la Valle dell’Amaseno, potremmo ammirarne l’immutata bellezza, come fossimo tornati indietro di secoli, visitando l’imponente Castello Baronale denominato Palazzo Massimo, e il Tempietto di San Raffaele, un gioiello in stile neoclassico del XVII secolo situato nel punto più alto della collina di Roccasecca dei Volsci, eretto nel 1659 dal Cardinale Camillo II Massimo, dove terminerà il terzo giorno di cammino davanti ad una tavola imbandita per chi si tratterrà, mentre sarà predisposto il servizio navetta per chi dovrà tornare a Priverno.

Lunghezza: 8 km
Difficoltà: media
Dislivello positivo: 350 mt
Fine delle attività: ore 19:00
Cena e alloggio presso strutture ricettive di Roccasecca dei Volsci
Navetta dedicata per chi ritorna a Priverno al termine delle attività

locandina-26-aprile

Sabato 27 Aprile 2024

ore 10:00 | Passeggiata Poetica da Roccasecca dei Volsci a Sonnino accompagnati dalle letture di Gioele Grenga e la performance “Una storia, la nostra” a cura del collettivo noMade

Il penultimo giorno delle Passeggiate Poetiche dai Monti Lepini ai Monti Ausoni si svolgerà ancora una volta sul Cammino della Regina Camilla, sulla tappa che collega Roccasecca dei Volsci a Sonnino, sulle tracce dei briganti che popolavano queste zone e a cui è dedicata una delle feste popolari più suggestiva della provincia come Le Torce a Sonnino. Ripercorreremo tra meravigliose foreste di lecci e panorami mozzafiato le gesta del Brigante Gasbarrone e di coloro che hanno popolato queste montagne grazie ai racconti di Gioele Grenga, per poi arrivare al centro storico di Sonnino nel pomeriggio.

Tra i vicoli di Sonnino saremo accompagnati dal collettivo noMade alla scoperta de “jo maestro Nocenzio”, un ragazzo, un prigioniero, un poeta e un insegnante del novecento attraverso i suoi scritti ed il suo archivio, in un percorso nella memoria dell’antico borgo nel cuore dei Monti Ausoni.

Ultima ma decisiva tappa, la visita guidata dal Dott. Giuseppe Lattanzi al Museo Terre di Confine, con la sua innovativa narrazione multisensoriale tra scenografie, visioni e drammatizzazioni.
Al termine di questa lunga giornata per chi si tratterrà sarà il momento di una cena conviviale e ristoratrice in un antica osteria Sonninese, per poi riposarsi in uno dei b&b del centro storico. Per chi dovrà tornare a Roccasecca dei Volsci è prevista la navetta dedicata.

Lunghezza: 19 km
Difficoltà: media
Dislivello positivo: 600 mt
Fine delle attività: ore 19:00
Cena e alloggio presso strutture ricettive di Sonnino
Navetta dedicata per chi ritorna a Roccasecca dei Volsci al termine delle attività

locandina-27-aprile

Domenica 28 Aprile 2024

ore 10:00 | Passeggiata Poetica da Sonnino a Monte San Biagio con lo spettacolo del Gruppo Folk di Monte San Biagio

L’ultimo appuntamento con le Passeggiate Poetiche dai Monti Lepini ai Monti Ausoni partirà dal centro storico di Sonnino lungo un percorso incontaminato attraverso le Foreste, tra panorami a perdita d’occhio e una natura selvaggia che ci condurrà fino alla località Vetica a Monte San Biagio, in un contesto di grande fascino naturalistico tra rocce enormi e alberi da frutta, a presidiare un territorio rimasto quasi immutato.

Da qui un servizio navetta ci condurrà alla nostra destinazione finali tra i vicoli e gli scorci panoramici dell’antica Monticelli, oggi Monte San Biagio. Saremo guidati alla scoperta di chiese, palazzi storici e luoghi incantati come il Vernone, fino alla Torre Triangolare da cui si gode un panorama straordinario sul Lago di Fondi, il Mare e le Isole Pontine. Sarà qui che si concluderà in grande stile questa 5 giorni di cammino con lo spettacolo del Gruppo Folk di monte San Biagio, ed una degustazione dei migliori prodotti Monticellani.

Lunghezza: 12 km
Difficoltà: media
Dislivello positivo: 400 mt
Fine delle attività: ore 19:00
Navetta dedicata per chi ritorna a Sonnino al termine delle attività

locandina-28-aprile

locandina-prenotazioni

Disponibilità Limitata | Prenotazione obbligatoria |
Per sapere come partecipare contattaci al 329.8424810 o via email a info@exotique.it
Unisciti a noi per tutto il Cammino o per una sola tappa
Sevizio navetta dedicato all’arrivo
Alloggi presso una serie di strutture convenzionate