copertina-pagina-montelanico-sito
copertina-pagina-montelanico-sito
progetto-restyling-sito-montelanico-cultura
progetto-restyling-sito-montelanico-enogastronomia
progetto-restyling-sito-sezze-itinerari-1600x600
progetto-restyling-sito-sezze-video-e-foto-1600x600

Cenni Storici

Sulla riva sinistra del Rio, su di uno sperone naturale, intorno all’anno 1000 nasce la bella cittadina di Montelanico. L’antico borgo si ritiene che derivi dalla famiglia romana dei Metelli il cui fondo verrà indicato come “fondus metellanicus”.

Il paese appartenne inizialmente ai Canonici Lateranensi come altre cittadine lepine. La bolla pontificia di papa Anastasio IV nell’anno 1154 assegnava a tali Canonici “castrum Metellanici cum omnibus suis pertinentiis”. In tale epoca nel suo territorio montano esistevano i castelli di Collemezzo, Pruni e Montelongo.

Un’altra bolla papale, di Lucio III, assegnava nell’anno 1182 il castello di Montelanico alla giurisdizione del vescovo di Segni. Successivamente il feudo passò ai De Ceccano, ai Caetani e successivamente alla famiglia Conti del ramo Segni – Valmontone.

Nel 1313 i Caetani, per punire Montelanico, inviarono i soldati anagnini, capeggiati da Nicola De Mattia, che aggredirono la popolazione facendone scempio della loro vita e dei loro beni.

panorama400x300
chiesa-s-pietro400x300
piazza400x300
piazza-v-emanuele400x300

Altre devastazioni le dovette subire nel 1494 ad opera delle truppe di Carlo VIII e nel 1557 durante cosiddetta guerra di Campagna tra Paolo IV Carafa e Filippo II di Spagna.

Camillo Conti, signore di Montelanico, per forti debiti fu costretto a vendere il suo feudo ai Barberini 1640, ma nell’anno 1651 passò a Don Camillo Pamphili Aldobrandini.

Nel 1760 per mancanza di eredi maschi il patrimonio passò, per diritto di successione, a Giovanni Andrea III Doria, con i castelli ormai diruti di Collemezzo e Montelongo, mentre quello di Pruni era passato da tempo al principe e duca di Carpineto Aldobrandini – Facchinetti. Nel 1722 ebbe il suo primo statuto e solo nell’anno 1921 il comune di Montelanico si riscattò i suoi diritti sulle terre comunali.

Segni evidenti che ricordano il periodo medievale sono riscontrabili, soprattutto nella parte più antica del paese ubicata al di sopra della attuale Piazza Vittorio Emanuele, in alcuni torrioni rotondi, incorporati nelle case dell’antico abitato, qualche portale e qualche stipite di finestre lungo gli stretti vicoli che hanno mantenuto il loro aspetto caratteristico.

Verso la seconda metà del XVI secolo  sorsero, fuori dalle antiche mura, le prime abitazioni che oggi contornano la sopracitata piazza, detta comunemente “il borgo”.

Informazioni Generali

Provincia di Roma
Altitudine m 297 – Abitanti 2.190 – Cap. 00030
www.halleyweb.com

INDIRIZZI UTILI

FESTE SAGRE E MERCATINI

  • Luglio – Rassegna di teatro amatoriale
  • Agosto – Festa della Madonna di Collemezzo
  • Settembre – Festa patronale di S. Michele Arcangelo
  • Settembre – Festa della Vergine del Soccorso
  • 3° domenica di ottobreSagra della Castagna

RISTORAZIONE E RICETTIVITA’

logo mangiare
logo dormire

Montelanico sulla mappa

scopri-tutti-i-comuni