associazione-giotto

Associazione Giotto

È il lontano 1980, quando all’età di 13 anni, LUIGI TASCIOTTI, direttore dell’associazione “GIOTTO”, si diverte ad imitare personaggi famosi di quei tempi, quali : Troisi, Corrado, Mike Bongiorno e Grillo. Nel 1984, Luigi si esibisce con imitazioni di diversi artisti, davanti a spettatori di grosso calibro quali Alberto Moravia e Dacia Maraini.

In quello stesso anno ha partecipato ad un concorso per giovani talenti, il Trampolone, trasmesso dall’emittente televisiva Telemontegiove conquistando il secondo posto alla finale. Dal 1985 al 1990 ha lavorato come speaker radiofonico presso due radio locali, ed è proprio in quel periodo che ha riscoperto e rafforzato la sua passione per la recitazione. In quegli anni, infatti, ha interpretato il ruolo del Nunzio, nell’Antigone di Plauto; qualche anno dopo ha partecipato ad un provino a Cinecittà, dove viene scelto e formato per intraprendere il mondo dello spettacolo frequentando un corso di recitazione con maestri di spessore come Francesco Nuti, Pippo Caruso, Bruno Montefusco, Massimo Bonetti, Gigi Sabani e Paolo Sassanelli. Da qui iniziano per Luigi una serie di provini e piccole apparizioni in tv, diverse comparse in alcune produzioni cinematografiche quali: “Ragazzi e ragazze” (Canale 5), “Una famiglia per caso” (Rai 2), “Tobia al caffè” (Cinema) la serie Tv “Romanzo Criminale” il film “2 Agosto strage di Bologna” e il “Racconto dei Racconti” di Matteo Garrone.

Nel 2004 partecipa ad un Corso teorico/pratico di regia cinematografica, che ha permesso a Luigi di realizzare un lungometraggio dal titolo “Chapeau” (visibile su YOUTUBE) (regia M. Marcelli); un lungometraggio che affronta temi forti quali bullismo ed alcolismo e per questo presentato e premiato fuori concorso al festival del Cortometraggio di Roma. Nel 2011 Luigi partecipa al Festival del Cabaret di Fondi. Nel 2013 arriva il ruolo del “collector” per il film americano di CRISS BONI e MELISSA FISHER “Two Cares due None”.

Ma la passione di Luigi per il teatro è sempre viva e quindi non gli resta altro che fondare l’Associazione “GIOTTO”, creando un gruppo di teatro di cui faranno parte persone appassionate di teatro che vogliono, in qualche modo, avvicinarsi e provare l’emozione del palcoscenico o del dietro le quinte. L’associazione opera sul territorio dal 2010 con produzioni teatrali di vario genere (con particolare attenzione per la commedia brillante) da “La Mamma è Sempre la Mamma“.

Per maggiori informazioni visita la nostra pagina su Facebook.